Giovedì, 18 Giugno 2015 19:07

Il RACCONTO E LA SCRITTURA. Introduzione alla lettura dei vangeli In evidenza

Scritto da 

A.Destro – M. Pesce
Il RACCONTO E LA SCRITTURA.
Introduzione alla lettura dei vangeli

carocci

Qual è l’attendibilità storica dei vangeli? Come si sono formati e su quali informazioni si basavano? Come si è arrivati ai diversi racconti orali e scritti della straordinaria vicenda di Gesù?
Per rispondere a queste domande, nella prima parte del libro gli autori propongono una teoria critica della memoria e della tradizione; nella seconda, invece, suggeriscono una lettura antropologica e un esame storico dei testi.
L’intento è riscoprire le tracce degli eventi, incorporate ma spesso nascoste nelle testimonianze dei vangeli.
Sulla figura di Gesù, subito dopo la sua morte, vi fu una molteplicità di informazioni trasmesse da gruppi che avevano conoscenze parziali ed erano dislocati in zone diverse della Terra di Israele.
A partire da questo dato, gli autori ricostruiscono la mappa dei luoghi da cui provengono le fonti su cui si basa ciascun vangelo.

Introduzione 11
Parte prima La trasmissione di notizie e i testi
1. I testi, le loro informazioni e i loro obiettivi 17
2. La formazione dei vangeli e la valutazione della loro attendibilità storica 35
3. I modi della trasmissione e la memoria 49
4. Tradizione, tradenti e tracce 71

Parte seconda: I luoghi di provenienza delle informazioni dei vangeli

5. Luoghi degli eventi, luoghi del racconto, luoghi della scrittura 81
6. I luoghi della trasmissione si differenziano: Galilea e Gerusalemme 91
7. Indicazioni (e omissioni) di luoghi e scenari 99
Note, Bibliografia, Indice dei nomi e dei luoghi

Letto 1308 volte Ultima modifica il Giovedì, 18 Giugno 2015 19:12

Video

Adriana Destro

Ordinaria di Antropologia culturale Università di Bologna, Facoltà di Lettere, Dipartimento di Discipline storiche. Dal 1994. Fondatrice del LEA - Laboratorio Etno-Antropologico dell'Ateneo di Bologna.. (continua)

Altro in questa categoria: « La morte di Gesù